Riallestimento dello spettacolo LE COSE MUTE, prodotto nel 2008.

Cosa succede se ci accorgiamo che quel che è accaduto non ha più dimora sufficiente nelle parole, sulle cattedre, nelle biblioteche? Se ci troviamo a tendere l'orecchio agli unici testimoni che restano, le cose?
Dopo essersi perso fra boschi e crode, Claudio Simone, professore di storia, viene ritrovato dalla polizia mentre vaga in stato confusionale e, nel corso di un surreale interrogatorio, dalle sue parole prendono vita gli spettri della Grande Guerra, studenti, telegrafisti, contadini, soldati semplici, a comporre un'umanità ancora presente e viva.

di e con Filippo Tognazzo
scenografia: Giulio Magnetto

CUORI DI PAGLIA, visioni dalla Grande Guerra

Un omaggio al lato umano dello sport, quello che in gara resta in secondo piano.


di e con Filippo Tognazzo
coreografie a cura di Marco Torgiani

TRENI, AIRONI e FARFALLE (uomini e sport)

di e con Filippo Tognazzo
musiche a cura di Claudio Conforto

Un palco costruito con assi e botticelle, fisarmonica, chitarra, percussioni, flauti, sonagli e tante, tante parole per evocare storie del passato rivedute e riscritte per raccontare la realtà del Veneto del XXI° secolo.

FOLE E FILÒ, sette storie per sette province

Tributo all'opera di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

con Filippo Tognazzo
musiche a cura di Officina Francavilla
Andrea Fabris (voce e chitarra), Andrea Signori (chitarre), Roberto Marcon (basso acustico), Filippo Ferrari (batteria) e la partecipazione del M° Claudio Conforto (pianoforte, fisarmonica e glockenspiel)

FAR FINTA DI ESSERE... Tributo a Giorgio Gaber

Spettacolo comico in salsa agrodolce che unisce musica, letteratura, avanspettacolo e cabaret d'autore, passando da Cochi e Renato a David Riondino, da Gaber a Capossela, Conte e de Gregori. Particolarmente indicato per le digestioni difficili è adatto a tutte le età ed è efficace contro tutte le patologie dell'umorismo.

con Filippo Tognazzo
musiche a cura di Officina Francavilla
Andrea Fabris (voce e chitarra), Andrea Signori (chitarre), Roberto Marcon (basso acustico), Filippo Ferrari (batteria)

L'aMMaZZacaFFè offerto dai Signori Francavilla

Le nostre scelte quotidiane incidono profondamente sull’ambiente in cui viviamo e sul benessere personale e sociale. Si può scegliere, si può risparmare. Ma un nuovo stile di vita deve partire innanzitutto da un rinnovamento della qualità del nostro pensiero, riscoprendo l’importanza di operare scelte etiche e consapevoli investendo in studio, ricerca e conoscenza.

di e con Filippo Tognazzo
coreografie di Marco Torgiani (crew Anti Gravity Worlds)

Pubblico di riferimento: 9 - 15 anni

Lo spettacolo ha ricevuto il patrocinio dei TAVOLI TEMATICI EXPO MILANO 2015.

NEXT! energia, ambiente, cibo, futuro

Guideresta mai a 180 km/h in centro abitato?
Risposta n.1: ehi amico io guido già a 180 km/h, ho una macchina che è una bomba!
Risposta n.2: eh, magari potessi…la mia macchina non corre… ti dico che non corre! Non corre...
Risposta n.3: MAI! Non sono mica matto, io.
Ne sei proprio sicuro?

di e con Filippo Tognazzo
coreografie a cura di Anti Gravity Worlds

Oltre 300 repliche e 100mila spettatori.

Pubblico di riferimento I VULNERABILI: 13 - 19 anni
Pubblico di riferimento I VULNERABILI KIDS: 9 -12 anni

I VULNERABILI / I VULNERABILI KIDS

Apatici, demotivati, violenti, condizionabili: questo è il desolante ritratto delle nuove generazioni. Ma siamo proprio sicuri che corrisponda alla realtà? Cosa c'è sotto a tanta desolazione?
Con SAD vorremmo provare riflettere assieme al pubblico sulla condizione giovanile e sulle devianze.

di e con Filippo Tognazzo
coreografie a cura di Anti Gravity Worlds (Marco Torgiani e Alberto Milani)

Pubblico di riferimento: 15 - 19 anni.


Finalista Premio Off #2 del Teatro Stabile del Veneto.

SAD - Sopravvivere all'AutoDistruzione